Ritratti di Cantanti con Nastri di Musicassette [VINTAGE]

Ricordate il video di Just The Way You Are di Bruno Mars, canzone che impazzava in tutte le radio qualche anno fa? Nel video lui fa una dedica d’amore alla sua lei facendo apparire il suo ritratto dalla bobina di una musicassetta – ok, più difficile a spiegarlo che a vederlo!

Beh, girovagando sul web, ho trovato una meravigliosa artista che, sulla falsa scia del video (ma al massimo è Bruno Mars che le ha fregato l’idea visto che lo fa dal 2000), si diletta nel ritrarre i personaggi della musica in questa stravagante maniera.

Il suo nome è Erika Iris Simmons (iri5 su Flickr) e nel suo album Ghost in the Machine ha avuto la brillante intuizione di dar vita ai volti di artisti e cantanti grazie al nastro presente nelle, ormai in disuso ma sempre affascinanti, musicassette.

Esatto, quelle che dopo cinque canzoni dovevi cambiare lato. Quelle che ogni tanto si inceppavano e, penna alla mano, dovevi cercare di riavvolgere il nastro nella maniera più precisa possibile. Quelle che per tornare indietro o andare avanti dovevi pazientare, senza la presunzione di far scivolare il dito su uno schermo togliendo così importanza alle canzoni niente-di-che.

flickr.com/photos/iri5

Da Jimi Hendrix a The Clash, da Bob Dylan a Blondie (passando anche per attrici quali Marilyn Monroe e Audrey Hepburn), ecco qui alcune delle sue meravigliose opere! Per un blog che si chiama The Music Portrait, direi che questo è oro. Enjoy!

Michael Jackson by iri5

Patti Smith by iri5

Lauryn Hill by iri5

Jim Morrison by iri5

Steven Tyler by iri5

Madonna by iri5

Kurt Cobain by iri5

Lenny Kravitz by iri5

The Beatles by iri5

Bruno Mars – Just The Way You Are

Annunci

Back In The Days: Le Foto dei Cantanti da Piccoli

Quanti di voi vorrebbero tornare bambini, anche solo per un giorno, un’ora, un istante? Col senno di poi potrebbe essere divertente, giusto per un po’. La purezza, la genuinità, la meraviglia dell’essere piccoli è risaputo che va perdendosi quando nelle nostre vite arrivano società, relazioni e responsabilità da gestire. Ci ritroviamo ad indossare maschere, a non gioire così spesso delle piccole cose che la vita ci regala. La via di casa che prima ci appariva un’immensa autostrada ora ci appare monotona, il tramonto davanti a cui ci fermavamo a sognare ora diventa l’inevitabile chiusura delle nostre giornate. Ma rimanere un po’ bimbi è l’unico modo per vivere col sorriso sul volto, più sereni, anche un pochino più menefreghisti, cacciando via preoccupazioni – a volte inutili, sensi di colpa e paranoie.

Credete che al vostro IO di oggi piacerebbe il vostro IO di allora? Pensate che potrebbero andare d’accordo, piacersi, se dovessero incontrarsi per strada? Se vi trovate davanti ad una vecchia fotografia, la somiglianza è forte o vi riconoscete appena?

Girovagando sulla Rete, ho pensato che potesse essere divertente andare a scovare le foto dei cantanti in versione baby! Su alcune mi sono fatta una grassa risata nel constatare che sono praticamente rimasti identici, su altre mi sono persa a capire cosa fosse cambiato con il passare del tempo. Date un’occhiata e fatemi sapere che ne pensate!

E, dopo averci scherzato un po’ su, mi piacerebbe che vi soffermaste anche su un problema riguardante l’infanzia piuttosto sottovalutato.

In Italia 1 bambino su 4 oggi è a rischio povertà. Per questo motivo vi suggerisco di aderire alla campagna “Ricordiamoci dell’infanzia e aiutare Save the Children a chiedere al Governo di intervenire subito. Potete aderire all’appello e caricare una vostra foto di quand’eravate bambini.

Non vogliamo un Paese dove un bambino con un genitore non diplomato abbia solo 1 probabilità su 10 di laurearsi né accettiamo che una giovane donna debba scegliere se diventare mamma o mantenere il lavoro.

E allora ripensiamo all’autostrada di casa o al tramonto che ci faceva tanto sognare e ricordiamocidellinfanzia.it :)

antiwarsongs.org

•••

Se hai apprezzato questo articolo ti potrebbe interessare anche:
Le 100 canzoni più belle (leggi vendute) di sempre | 100 best songs ever
Le copertine degli album che hanno fatto la storia (in versione minimal)