Beyoncé al Super Bowl: la reunion con le Destiny’s Child e il suo prossimo tour mondiale [VIDEO]

Beyoncé, Super Bowl 2013

ryanseacrest.com

No. One. Better. Così commenta Solange dal suo account Twitter, qualche secondo dopo l’esibizione di sua sorella al Super Bowl. E come darle torto? La regina indiscussa dell’R&B moderno sembra far diventare oro ogni cosa che tocca. Dopo la battuta d’arresto della settimana scorsa (con l’inno americano cantato in playback, per mancanza di tempo, alla Casa Bianca), Beyoncé non si risparmia e dà tutta se stessa (e oltre) per dimostrare, a chi avesse ancora qualche dubbio a riguardo, che sa e può cantare ogni cosa. La grinta che solitamente ha sul palco – e chi la segue sa che è tanta, ieri sera era moltiplicata per mille.

Dopo le altrettanto meravigliose esibizioni di apertura di Jennifer Hudson (che insieme al coro della Sandy Hook School ha reso omaggio alle vittime della tragedia avvenuta lo scorso dicembre) e di Alicia Keys (a cui era stato affidato il compito di cantare piano e voce The Star-Spangled Banner), è stata la volta di Queen Bee.

Jennifer Hudson & Alicia Keys, Super Bowl

people.com

Love On Top, Crazy In LoveEnd of Time, Babyboy, Bootylicious, Independent Women, Single Ladies, Halo: Beyoncé viene raggiunta sul palco, a metà esibizione, dalle sue più fedeli compagne: Kelly Rowland e Michelle Williams, insieme le (ex?) Destiny’s Child. Ed è subito come se si tornasse ai vecchi tempi, come se niente fosse successo, come se il gruppo fosse ancora solido, unito, compatto e attivo. Io che ho avuto la fortuna di vederle per il loro ultimo tour mondiale in quel di Milano, davanti a quella visione mi sciolgo letteralmente. Certo, Kelly e soprattutto Michelle – che pareva un po’ impacciata e tramortita, sono rimaste un po’ in penombra (si mormora che i loro microfoni fossero volutamente più bassi rispetto a quelli della suprema). D’altronde è anche vero che lo show era stato commissionato a quest’ultima e per questo motivo in tanti si erano affrettati a soprannominarlo Beyoncé Bowl, aggiungendo esternazioni del tipo: “Avete sentito che stasera al concerto di Beyoncé ci sarà una partita di football?”.

Destiny's Child

BACKSTAGE: Le Destiny’s Child pochi minuti prima dell’esibizione [@BaddieBey]

Sicuramente uno show di altissimo livello con adrenalina a non finire e una perfezione vocale (e non solo) che farebbe impallidire chiunque. Ammetto che si è fatta battere dall’esibizione di Madonna dello scorso anno solo in quanto a spettacolarità ed effetti speciali.

E, in concomitanza con la tanto attesa esibizione, la signorina Knowles-Carter ha ritenuto fosse opportuno farci sapere che il prossimo 15 aprile comincerà il suo Mrs. Carter World Tour toccando Europa e America in soli 4 mesi! L’unica data italiana è prevista per il 18 maggio al Mediolanum Forum di Milano, con biglietti in vendita da venerdì 8 febbraio e prezzi da 52 € a 100 € + prevendita.

Unico rammarico: ammetto che mi sarei aspettata, all’interno dell’esibizione, un nuovo singolo o almeno un arrangiamento inusuale di uno dei suoi pezzi più famosi. In realtà, il trio ha fatto uscire recentemente Nuclear, un brano-chicca per tutti i fan anche se sicuramente non al livello dei loro cavalli di battaglia del passato.

Ma la fantastica donna in questione è piena di assi nella manica: chissà che non ci sorprenda durante il suo tour con qualche nuova valida uscita!

Insomma, dal carisma alla presenza scenica, dall’estensione vocale al timbro caldo e possente, dallo stile all’innegabile bellezza: non nascondiamoci dietro a un dito – Beyoncé è davvero oltre. E scusatemi se inizio a pensare che il suo nome abbia lo stesso prefisso di beyond mica per nulla.

Beyoncé, Super Bowl 2013

@BaddieBey

BEYONCÉ @ SUPER BOWL 2013

MRS. CARTER WORLD TOUR 

Beyoncé, Mrs. Carter World Tour 2013

15-04 Belgrade, Serbia – Kombank Arena
17-04 Zagreb, Croatia – Arena Zagreb
19-04 Bratislava, Slovakia – Slovnaft Arena
22-04 Amsterdam, Holland – Ziggo Dome
24-04 Paris, France – Palais Omnisports de Paris-Bercy
25-04 Paris, France – Palais Omnisports de Paris-Bercy
26-04 Birmingham, England – LG Arena
29-04 London, England – The O2
30-04 London, England – The O2
01-05 London, England – The O2
03-05 London, England – The O2
07-05 Manchester, England – Manchester Arena
11-05 Dublin, Ireland -The O2
12-05 Dublin, Ireland -The O2
14-05 Antwerp, Belgium – Sportpaleis
17-05 Zurich, Switzerland – Hallenstadion
18-05 Milan, Italy – Mediolanum Forum
20-05 Montpellier, France – Park & Suites Arena
22-05 Munich, Germany – Olympiahalle
24-05 Berlin, Germany – O2 World
25-05 Warsaw, Poland – National Stadium – Orange Warsaw Festival
27-05 Copenhagen, – Denmark Forum
28-05 Oslo, Norway – Telenor Arena
29-05 Stockholm, Sweden – Ericsson Globe Arena
28-06 Los Angeles, CA – BET Experience-Staples Center
29-06 Las Vegas, NV – MGM Grand Garden Arena
02-07 San Jose, CA – HP Pavilion at San Jose
05-07 Oklahoma City, OK – Chesapeake Energy Arena
06-07 Dallas, TX – American Airlines Center
09-07 Ft. Lauderdale, FL – BB&T Center
10-07 Miami, FL – American Airlines Arena
12-07 Atlanta, GA – Gwinnett Center
13-07 Nashville, TN – Bridgestone Arena
15-07 Houston, TX – Toyota Center
17-07 Chicago, IL – United Center
18-07 St. Paul, MN – Xcel Energy Center
20-07 Detroit, MI – The Palace of Auburn Hills
21-07 Toronto, Ontario – Air Canada Centre
22-07 Montreal, Quebec – Bell Centre
23-07 Boston, MA TD – Garden
25-07 Philadelphia, PA – Wells Fargo Center
26-07 Atlantic City, NJ – Boardwalk Hall
27-07 Charlotte, NC – Time Warner Cable Arena
29-07 Washington, DC – Verizon Center
02-08 Uncasville, CT – Mohegan Sun
03-08 Brooklyn, NY – Barclays Center

 •••

Ti potrebbe interessare anche:

Beyoncé Knowles: 31 cose che (forse) non sai sulla regina dell’R&B
Blue Ivy: il mistero del nome e un featuring con papà
Girl On Fire: la recensione del nuovo album di Alicia Keys

Beyoncé & Jay-Z, Super Bowl

BACKSTAGE: L’abbraccio tra Beyoncé e Jay-Z dopo l’esibizione [digitalspy.co.uk]

Beyoncé: 33 Curiosità Che (Forse) Non Sai Sulla Regina Dell’RnB

urbanmusic2000.com

Voce sublime e carisma da vendere: Beyoncé saprebbe far capitolare chiunque avesse la fortuna di assistere ad una sua esibizione live. Questa fortuna io l’ho avuta diversi anni fa, quando la sua carriera solista era solo agli albori e portava in giro per il mondo l’ultimo tour insieme alle Destiny’s Child. Ma, a conti fatti e dopo 20 anni di attività, un resoconto su una delle regine indiscusse dell’R&B moderno mi sembra più che doveroso. Quale migliore occasione se non quella del 4 settembre (giorno del suo compleanno) per stilare 33 fatti e curiosità (come i suoi anni) che, a meno che non siate fan sfegatati, non vi sareste mai immaginati? Here we go!

•••

01. Classe 1981, nata il 4 settembre. 4 è il suo numero preferito da sempre perché, oltre alla sua data di nascita, si riferisce anche al compleanno di sua madre e a quello del suo compagno Jay-Z. Per non parlare della data del loro matrimonio: 04.04.08. Ecco perché il titolo del suo quarto (!) album è appunto 4 e perché i due hanno deciso di tatuarsi IV sui rispettivi anulari!

02. Clint Eastwood l’ha ingaggiata per il remake del film A Star is Born e ha slittato le riprese dall’inverno all’estate 2012 per assecondare la sua gravidanza – ma a quanto pare lei ha rifiutato e Esperanza Spalding ha preso il suo posto.

03. Kelly Rowland, cantante solista ed ex componente delle Destiny’s Child, è sua cugina di primo grado.

Kelly Rowland & Beyoncé | rnbjunk.com

04. Ha pianto dopo aver cantato At Last di Etta James al Neighborhood Ball per accompagnare il primo ballo “in carica” dei coniugi Obama.

05. Matthew Knowles, manager e padre della cantante, viene licenziato nel marzo 2011 per alcune incompatibilità lavorative.

06. Alla nascita della figlia, Blue Ivy Carter, Beyoncé non ha badato a spese affittando un intero piano del Lenox Hill Hospital di New York.

07. Insieme alla madre Tina Knowles ha fondato la linea di abbigliamento House of Deréon. Il nome del brand è un omaggio alla nonna materna Agnèz Deréon.

houseofdereon.com

08. Ha prodotto tre fragranze ma si dichiara allergica ai profumi.

09. Da piccola adorava il cartone Jem, quello della cantante. Avevate per caso qualche dubbio?

10. La parola bootylicious è entrata a far parte dell’Oxford Dictionary dopo che le Destiny’s Child hanno portato al successo l’omonimo singolo.

11. E’ un mezzo-soprano.

12. Il cognome di sua mamma da nubile è Beyincé (con la i).

13. Dichiara di avere due personalità differenti che prendono forma su e giù dal palco. Quando si esibisce è il suo alter-ego a prendere il sopravvento, quello che lei chiama Sasha Fierce e a cui ha “dedicato” il suo terzo album solista.

14. La PETA le ha inviato una finta pelliccia come regalo di nozze a seguito della sua dichiarazione di non voler più indossare pellicce vere.

15. Per entrare nei panni di Deena Jones, in Dreamgirls, ha dovuto perdere 6 kg in 10 giorni. L’obiettivo è stato raggiunto grazie ad una dieta ferrea a base di acqua, sciroppo d’acero e succo di limone. D’oh!

16. Ha una sorella minore di nome Solange. Anche lei, oltre ad essere cantante, viene considerata una fashion icon.

Beyoncé & Solange | binside.typepad.com

17. Durante la sua prima gara canora ha cantato Imagine di John Lennon.

18. E’ alta come me: 168 cm!

19. Conosce Alicia Keys da quando aveva 14 anni. In tanti hanno provato a metterle contro, ma le due si dichiarano molto amiche.

20. La sua canzone preferita è Song For You di Dannie Hathway.

21. Odia le sue orecchie. Su, dai, chi ha mai fatto caso alle tue orecchie, Bee?

22. La canzone ’03 Bonnie and Clyde, che la vede duettare con Jay-Z, contiene un sample di Me and My Girlfriend di Tupac Shakur.

23. Dicono che il suo capitale ammonti a 115 milioni di dollari l’anno (per chi non l’avesse capito: 365 giorni).

24. Il suo spirito imprenditoriale? Se lo porta dietro da bambina. Ai parenti, che assistevano felici alle sue esibizioni, la piccola Beyoncé chiedeva 5 dollari.

25. Nel video di Ring the Alarm, Beyoncé si ispira al ruolo che fu di Sharon Stone in Basic Instinct.

26. La sua miglior bambola di cera è al Madame Tussaud’s di Londra e indossa il famoso vestitino di Versace presente nel video di Crazy in Love.

at40.com

27. A maggio 2011 si esibisce ai Billboard Music Awards copiando palesemente scenografia e coreografia di una performance di nientepopòdimenoche Lorella Cuccarini! Quest’ultima si è detta onorata.

28. Ha ufficialmente dichiarato di essere incinta solo ai Video Music Awards 2011, posando una mano sulla pancia a fine esibizione.

29. Ad agosto 2012 Beyoncé e Jay-Z hanno affittato una dimora estiva per 400.000 dollari al mese.

30. Per il video di Run the World (Girls) Beyoncé ha assunto un gruppo di ballo del Mozambico e ha lavorato con ben otto coreografi diversi.

31. Secondo Billboard, Beyoncé è la 15ª artista nella lista dei migliori artisti R&B/Hip-Hop degli ultimi 25 anni.

32. Ha battuto Kanye West a Forza 4 ben 9 volte di fila.

33. Il 13 dicembre 2013 fa uscire a sorpresa Beyoncé, The Visual Album  quinto album da solista. Promozione prevista? Nessuna. Copie vendute finora? Più di 3 milioni.

•••

Leggi i messaggi di buon (31°) compleanno
dei suoi parenti e amici più cari
sul suo sito ufficiale.

CLICCA QUI

8 Marzo: Canzoni di Donne Dedicate alle Donne

occupydesign.org

La festa dell’8 marzo? Non so voi, ma io la prendo come occasione per festeggiare una volta in più e non una volta soltanto. Sono una donna che sta dalla parte delle donne che si ricordano della meraviglia di esserlo non solo oggi, ma 365 giorni l’anno.

Ciò che amo pazzamente di noi è la capacità di saperci rigenerare anche quando niente sembra avere più senso, portando avanti incondizionatamente la nostra rivoluzione.

Di canzoni cantate dalle donne e dedicate alle donne ce ne sono tantissime ma il fatto è che non bastano mai. Ogni tanto anche noi, splendide creature, abbiamo voglia e bisogno di sentirci fragili, vulnerabili senza imbarcarci in quell’ordinario gioco del “devo dimostrare di saper e poter fare tutto” e vorremmo soltanto che qualcuno per noi venga a ricordarci la bellezza di essere donna, con debolezze e fragilità annesse.

Riusciamo ad assumere l’atteggiamento da dure quando in realtà abbiamo il cuore tenero, riusciamo a indossare il nostro miglior sorriso quando dentro stiamo urlando e sì, siamo tanto complesse quanto semplici.

E sappiamo sempre trovare uno spiraglio di luce o una labile speranza per rialzarci anche con il corpo pieno di graffi.

WE CAN EVEN WHEN WE CAN’T. 

“..Siamo così, dolcemente complicate, sempre più emozionate, delicate, ma potrai trovarci ancora qui nelle sere tempestose..”

“..I worked hard and sacrificed to get what I get, ladies it ain’t easy being independent..”

“..Even when I’m a mess I still put on a vest with an S on my chest, oh yes I’m a superwoman..”

E per concludere, la mia personalissima versione di Donna di Mia Martini..

•••

Ti potrebbe interessare anche:
A te donna, che sei un essere speciale..