Loretta Grace: la star di Sister Act al Blue Note di Milano

facebook.com/lorettagrace

Te la vedi lì, che ti guarda con occhi da cerbiatta e un sorriso che farebbe simpatia a chiunque. Poi si fa seria per un attimo, intona qualcosa e quella simpatia si è già trasformata in massima stima nell’arco di 10 secondi. Lei è Loretta Grace e fareste bene a ricordarvi questo nome perché la ragazza promette bene.

Tra apparizioni in TV (Telethon, I Raccomandati, Pomeriggio 5, Domenica 5) e un sacco di video (e di views!) su Youtube, si esibisce come opening act ai concerti di Randy Crawford, James Blunt e Joe Cocker – insomma, mica bazzecole! Da fine ottobre 2011 a fine aprile 2012 si trova catapultata sul palco del Teatro Nazionale di Milano per il musical Sister Act, prodotto da Whoopi Goldberg. Chiusa questa bellissima parentesi, mercoledì 9 maggio affronterà un altro dei palchi più prestigiosi in assoluto: quello del Blue Note, noto jazz club milanese. 

Amica di un amico, David Blank – anche lui cantante, ho avuto il piacere di conoscerla anni fa e mi sono sempre più appassionata al suo talento, che trovo davvero unico ed eccezionale: merita davvero tutto il successo di questo mondo! Convincente quanto le dive del nu-soul (da Beyoncé a Jennifer Hudson), Loretta fa tesoro del suo melting pot internazionale (nata nelle Marche da papà americano e mamma africana) e ne esprime la forza e l’energia su ogni palco che si trova a calcare.

facebook.com/lorettagrace

In vista di questa nuova avventura, ho voluto scambiare quattro chiacchiere con lei: ecco cosa mi ha svelato!

Ciao Loretta! Io che ti seguo da anni sono davvero orgogliosa di poterti intervistare per The Music Portrait. Ti va di spiegare ai lettori qual è stato il tuo percorso musicale fino ad oggi? 

Ciao Ilaria! In realtà la mia storia sembra davvero una favola come gridavo in diverse canzoni nel ruolo di Deloris Van Cartier. Sono stata notata per la prima volta dal mio attuale agente Demis Iobbi Del Monte, il quale mi ha dato la possibilità di iniziare ad esibirmi in tv e nei locali più importanti della piazza nazionale. Qualche anno a seguire, quasi per gioco, ho caricato alcuni video su Youtube dove cantavo i brani delle mie artiste preferite: è da lì che c’è stato il vero boom in quanto le possibilità lavorative si sono ampliate maggiormente e sono stata invitata in diverse trasmissioni televisive. Nel frattempo ho collaborato con artisti della scena black italiana underground ed ho in fase di registrazione un album che uscirà presto.

Il pensiero che c’è dietro a The Music Portrait è quello di parlare di emozioni e colori in musica. A te capita mai di associare, oltre che sensazioni, determinati colori alle canzoni che ascolti? 

Certamente! Mi sono diplomata al liceo artistico, pertanto l’associazione dei colori alla musica durante le lezioni di disegno dal vero piuttosto che di educazione visiva era la prassi. A prescindere da questo, sin da piccola, ho sempre associato istintivamente la musica a particolari colori o sensazioni.

Se Loretta Grace fosse la copertina di un album sarebbe..? 

Ma è chiaro: 4 di Beyoncé! [e qui se la ride di gusto]

Ci racconti qualche aneddoto particolare avvenuto durante tutti questi mesi di Sister Act? Qual è l’insegnamento che, grazie a questa esperienza, ti porterai dietro?

Ce ne sarebbero molti da raccontare.. il più bello, a mio avviso, è stato quando durante il primo mese noi ragazze del cast ci siamo commosse nel montare una scena particolare che ci rispecchiava molto, non sembrava neppure di recitare. Proprio da questo ho imparato che sul palcoscenico bisogna fingere di fingere e dunque essere veri al 100%.

Prossimi impegni? 

Il 9 maggio sarò al Blue Note di Milano e il concerto sarà in diretta su Radio Montecarlo: sono emozionata al solo pensiero e felicissima di avere questa grande opportunità! Nel frattempo quest’estate finirò il mio disco d’esordio e probabilmente uscirò in autunno con il singolo.

Per una serata in compagnia della buona musica e della meravigliosa voce di Loretta, l’appuntamento è per mercoledì 9 maggio al Blue Note di Milano! Can’t miss it.

Una risposta

  1. Pingback: My favorite YouTubers: 5 cantanti da non perdere su YouTube | The Music Portrait

E tu che ne pensi? Lascia un commento!

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...